L’Albergo Sanlorenzo è il vostro Hotel Maremma Toscana e punto di partenza per luoghi di impareggiabile fascino, alla scoperta di questa vera e selvaggia Terra, circondati da paesaggi mozzafiato, in un’atmosfera di benessere vivrete una vacanza all’insegna del gusto e della natura.

Dopo una notte serena nella vostra camera e un’abbondante e gustosa colazione in albergo, si può partire per conoscere luoghi di impareggiabile fascino e per scoprire che questa terra è regno davvero della gastronomia, che dalle sue uve si ottengono squisiti e famosi vini DOC come il Brunello di Montalcino. La Maremma Toscana, il posto ideale per vacanze in mezzo alla natura. Lo staff del Sanlorenzo vorrebbe trasmettere a quanti avvertono il bisogno di conoscere o rivisitare luoghi straordinari, il desiderio di venire a scoprire l’incanto di questa terra dove è presente la solarità mediterranea e una natura forte e selvaggia, ricca di contrasti: il mare limpido e il bruno palude; l’Ombrone macchia e la pianura assolata; i boschi impenetrabili al sole e il gioioso nascer d’acque termali avvolte nel caldo vapore; l’ordinato placido incedere su per le colline delle mandrie guidate dai nostri rudi uomini a cavallo, i Butteri; il segno delle numerose conquiste subite e il senso di mistero, di sacralità, di rispetto che coglie chiunque contempli questa terra, nata, come direbbe D’Annunzio, dalla febbre e dal sole.

butteri

Grosseto

Città fortificata lungo la via tra Roma e Pisa, nel 1138 diventa sede vescovile prendendo così importanza nella Maremma. Più tardi passa agli Aldobrandeschi, poi viene conquistata dai Senesi e nel 1559 passa ai Medici. Segue varie bonifiche per almeno due secoli. Una cinta muraria era presente a Grosseto fin dal XII secolo, più volte distrutta e ricostruita. Nel 1574 Francesco I de’ Medici fece iniziare i lavori delle “Mura esagonali”, tuttora conservate, su progetto di Baldassarre Lenci, I lavori si protrassero per 19 anni e videro l’impiego di condannati prelevati dalle prigioni in seguito ad apposito decreto. Le mura seguono un perimetro esagonale, con gli angoli difesi da bastioni pentagonali a forma di freccia, con posti di guardia (“casini”) alla punta, mentre la vecchia cittadella del “Cassero Senese” era protetta inoltre da un secondo bastione della medesima forma, rivolto verso l’interno. Si conservano tuttora gallerie di servizio, magazzini e ridotti. Ambienti e percorsi sono pavimentati con mattoni a spina di pesce.

La cattedrale di San Lorenzo

La chiesa cattedrale, intitolata al patrono della città, san Lorenzo, sorse al posto della più antica chiesa di Santa Maria Assunta, divenuta provvisoria cattedrale nel 1138, al tempo del trasferimento a Grosseto della diocesi di Roselle, sotto il vescovo Rolando. La nuova costruzione, in stile gotico fu iniziata nel 1294 ad opera dell’architetto e scultore Sozzo Rustichini, di Siena, ma i lavori subirono numerose interruzioni, a causa delle difficoltà economiche causate dalle guerre contro Siena. La chiesa subì estesi rimaneggiamenti, in seguito alla rovina della parte absidale, già modificata nel XV secolo, e venne restaurata tra il 1538 e il 1540 ad opera del senese Anton Maria Lari. Nel XIX secolo la chiesa fu nuovamente a più riprese restaurata e rimaneggiata, per darle quello che era considerato un aspetto gotico unitario.

marina-di-grosseto

Immersa tra la secolare Pineta del Tombolo e l’azzurro intenso del Mar Tirreno, Marina di Grosseto è una tranquilla località balneare munita di un porto turistico e situata sulla costa maremmana a 12 km dalla città di Grosseto. La sua spiaggia è un ampio litorale di sabbia che raggiunge anche i 150 metri di larghezza, dove troverete stabilimenti balneari e spiaggia libera. La spiaggia degrada dolcemente verso il mare, in modo da consentire una balneazione piacevole e sicura anche per i vostri bambini. Marina di Grosseto,  è anche un luogo ideale per gli amanti degli sport acquatici come la vela, il windsurf ed il kitesurf.

castiglione-della-pescaia

Castiglione della Pescaia, antico Borgo affacciato sul mare, fra Punta Ala e Marina di Grosseto. La parte antica è un balcone sul Tirreno. E’ sede di un porto turistico che offre escursioni giornaliere per le isole dell’Arcipelago Toscano. Castiglione della Pescaia vanta origini antichissime: le prime tracce di popolamento di questa zona risalgono a circa sessantamila anni fa, mentre il primo insediamento urbano si colloca a Vetulonia, l’antica città che gli Etruschi fondarono nei pressi del lago Prile (oggi scomparso). I castiglionesi Romani fondarono, invece, il villaggio di Salebrone, famoso per il clima mite, il lago pescoso e i dintorni ricchi di selvaggina. Dopo la caduta dell’Impero Romano e le incursioni dei Barbari, nel 962 Castiglione fu ceduta a Pisa da Ottone I° di Sassonia, imperatore di Germania. Pisa ne sfruttò le ricchezze e non si curò dell’insabbiarsi del porto e delle acque del lago Prile che, divenendo stagnanti, furono causa di crescenti epidemie malariche.

parco-della-maremma

Il Parco Naturale Regionale della Maremma è stato istituito nel 1975 ma, nonostante le sue ridotte dimensioni (circa 10.000 ha) ed i pochi anni di vita, in poco tempo è divenuto un punto di riferimento per un sempre maggior numero di persone. Nel 1993 è stato insignito del Diploma di Parco Europeo rilasciato dal Consiglio d’Europa. La visita del Parco della Maremma sarà sicuramente un’esperienza piacevole e formativa, ma è bene tener presente che fermarsi ad una sola visita potrebbe, in qualche caso, deludere le proprie aspettative, spesso sovradimensionate rispetto alle reali possibilità offerte dal troppo breve tempo a disposizione; dobbiamo ricordarci che non è uno zoo, gli animali sono liberi e non a nostra disposizione. La visita del Parco dell’Uccellina è possibile soltanto a piedi; le vie d’accesso agli itinerari sono due: dalla vicina Alberese e Talamone. Parco della Maremma. Per gli itinerari che partono da Alberese, dei quali è riportata una breve descrizione, l’accesso è normalmente possibile nei giorni di mercoledì, sabato, domenica e festivi, comunque, per ogni informazione riguardo agli orari ed alle modalità di visita si raccomanda di prendere contatto con il Centro Visite del Parco.

“Il cortese staff dell’Albergo Sanlorenzo, l’Hotel Maremma Toscana, saprà indicarvi le mete più affini ai vostri interessi, da tuor enogastronomici a emozionanti gite immersi nella natura”